Lesioni osteocondrali

 

Lesioni osteocondrali

Le lesioni osteocondrali sono alterazioni su base traumatica o microtraumatica che interessano la cartilagine articolare e , nella maggior parte dei casi , con interessamento dell’osso subcondrale.
Si tratta di lesioni piuttosto frequenti in soggetti che praticano attività sportive e che possono talvolta essere ricondotte a traumi efficienti ma più spesso a microtraumi ripetuti.

Si tratta pertanto di patologia che può essere osservata in fase acuta (frattura condrale pura , frattura osteocondrale , lesione da impatto) o , come più spesso accade, in fase più o meno avanzata di cronicità (condromalacia , fissurazione , erosione cartilaginea , osteocondrosi diversi aspetti anatomopatologici).

L’osteocondrosi è la situazione più frequentemente osservata nella pratica clinica e classicamente si può presentare in 4 varianti : modificazioni localizzate della trama ossea con cartilagine articolare normale , frammento osteocondrale parzialmente staccato , sequestro osteocondrale completamente isolato ma in sede nella nicchia in possibili diversi gradi di frammentazione , frammento completamente staccato e libero in articolazione. Frequentemente nell’ambito della lesione esistono zone necrotiche che assumono talvolta un tipico aspetto cistico.
La sede più frequente è tipicamente l’angolo superomediale della troclea astragalica.